Preventivo mutuo: scopri come calcolarlo online

Il desiderio di comprare una casa è sentito da molti ma è la realtà di pochi, accendere un mutuo non è una operazione semplice e alla portata di tutti

Calcolo mutuo online

Ci sono diversi siti sui quali effettuare un preventivo mutuo, grazie al quale valutare quale istituto di credito offre le condizioni migliori e più vantaggiose. Sono molte le giovani coppie che decidono di comprare una casa, ma le banche, soprattutto negli ultimi anni, a causa della profonda crisi finanziaria che sta attraversando l’Italia, chiedono numerose garanzie prima di concedere una somma di denaro in prestito.

Che cos’è un mutuo

Con il termine mutuo si intende un contratto che si stipula tra un’istituto di credito, definito mutuante, e un privato, detto mutuario, nel quale la prima parte concede alla seconda il prestito di una somma di denaro, che dovrà essere poi restituita in un certo arco di tempo. Quando si acquista un immobile è fondamentale la presenza di un notaio che ha il compito di redigere due atti, il primo è il rogito che attesta il trasferimento dell’immobile, il secondo è l’atto di mutuo immobiliare, che si stipula fra la banca e il mutuario. E’importante sapere che ci sono differenti categorie di mutuo e sono riportate nell’elenco che segue.

  • Immobiliare, che viene utilizzato per l’acquisto di una casa.
  • Per ristrutturazione, viene erogato per sostenere eventuali spese di ristrutturazione di un bene immobile.
  • Edilizio, utilizzato dal richiedente per edificare un immobile.
  • Chirografico, se concesso a privati è considerato dalla banca un prestito privato, se invece è concesso ad aziende, è considerato un mutuo che deve essere restituito entro pochi anni.

Come chiedere un prestito online

Com’è già stato detto in precedenza ci sono diversi siti attraverso i quali è possibile visionare dei preventivi di mutuo. Chiedere un prestito online è veramente molto semplice, è necessario inserire all’interno del sito preposto una serie di dati che sono riportati nell’elenco che segue.

  • Utilizzo della somma richiesta, ad esempio acquisto della prima casa.
  • Tipologia di tasso, si può decidere di usufruire di uno variabile, fisso, variabile a rata, con cap, offset, misto ecc.
  • Valore dell’immobile che si vuole acquistare.
  • In quanti anni si decide di restituire la somma ricevuta, che generalmente può variare da un minimo di cinque anni a un massimo di quaranta.
  • L’età anagrafica di chi richiede la somma in prestito.
  • La posizione lavorativa e il tipo di contratto, ad esempio a tempo indeterminato.
  • Redditi posseduti dall’interessato, compresi eventuali beni immobiliari.
  • Domicilio del richiedente.

La via delle permute

Una via che può essere intrapresa da un proprietario di immobile che vuole cambiare casa o effettuarne la compravendita, è quella della permuta immobiliare.

Vediamo innanzitutto cosa significa, anche a livello burocratico, permutare il proprio appartamento con quello di un’altra persona. Questo tipo di contrattazione rende possibile “scambiare” l’abitazione con quella di un altro proprietario disponibile; nel caso in cui uno dei due immobili abbia un valore effettivamente superiore, si può risolvere il tutto con un conguaglio a favore del proprietario di quest’ultimo.

Può essere il caso di persone anziane o rimaste sole, oppure che per lavoro devono cambiare zona della città, e dunque non hanno problemi a permutare il proprio appartamento a vantaggio di coppie che stanno pensando di allargare la propria famiglia e che dunque hanno bisogno di maggiore spazio. In questo caso può essere utile dare un’occhiata alle offerte presenti su siti come Permute.it.


Commenti