In cosa consiste un intervento laser per la miopia

L’intervento laser miopia è un prodotto degli avanzamenti tecnologici nel campo della chirurgia refrattiva che si dedica alla correzione dei più comuni disturbi della vista. In particolare, la miopia è quel disturbo che comporta una difficile messa a fuoco delle immagini sulla retina a causa della diffusa propagazione dei raggi luminosi su questa parte del bulbo oculare, cosicché il soggetto riesce a vedere meglio se aumenta la distanza tra se stesso e l’oggetto di osservazione. Grazie all’intervento laser miopia è possibile intervenire chirurgicamente e correggere in modo definitivo il disturbo in atto, ottenendo un completo recupero della vista e l’eliminazione del supporto di lenti a contatto e occhiali.

Le percentuali di riuscita dell’intervento laser miopia sono, infatti, molto elevate. I pazienti che intendono sottoporsi a questo tipo di operazione dovranno rivolgersi alle cliniche specializzate, i cui professionisti del settore chiederanno loro di sottoporsi agli esami volti all’accertamento e alla stima dell’entità del disturbo in atto; verranno altresì accertate le caratteristiche del bulbo oculare del paziente.

A questo punto l’intervento laser miopia potrà aver luogo: il paziente dovrà fissare una luce rossa proiettata dal laser, grazie al quale il tessuto corneale danneggiato verrà rimodellato e corretto senza compromettere i tessuti vicini. Nello specifico la cornea verrà appiattita di pochi millesimi di millimetro, ripristinando la corretta focalizzazione delle immagini sulla retina.

Terminata l’operazione verrà applicata una lente neutra funzionale alla protezione della cornea durante la formazione del nuovo epitelio, che avverrà in circa due giorni. L’intervento laser miopia contempla due tecniche principali: la PRK e la LASIK: entrambe impiegano il laser a eccimeri e prevedono l’installazione di lenti intraoculari. Si tratta di operazioni che non comportano dolori post operatori se non molto lievi, anche è strettamente consigliato seguire i consigli medici.


Commenti