Sigaretta elettronica e salute

Continua con sempre maggiore insistenza il dibattito sui benefici e su eventuali rischi dell’utilizzo della sigaretta elettronica che si divide fra accesi sostenitori, che vedono in questo strumento un efficace metodo per smettere di fumare, e denigratori che sottolineano come non siano ancora noti gli effetti dell’utilizzo di questo strumento.

Il dibattito è tanto vivace da invadere anche i mezzi di informazione, come televisione, giornali, radio.

In particolare fra i sostenitori vi trovano posto anche illustri primari, che hanno a che fare ogni giorno con gli effetti del fumo sulla salute delle persone, come oncologi, pneumologi, cardiologi, che sottolineano come la sigaretta elettronica sia un efficace mezzo per smettere di fumare.

Vi sono molti casi in cui abituali consumatori di sigarette tradizionali in grandi quantità, circa un paio di pacchetti al giorno, con gli inevitabili danni alla salute, grazie a questo nuovo strumento hanno potuto sensibilmente ridurre il fumo, fino a passare a solamente un paio di sigarette elettroniche al giorno.

I medici sottolineano come sia importante smettere ad ogni età, evidenziando come prima si smetta questo terribile vizio maggiori siano i benefici per la salute, fino a poter allungare la vita fino a dieci anni per chi smette di fumare prima dei 40 anni.

Tuttavia, nonostante gli indiscutibili vantaggi che la sigaretta elettronica apporta, ancora molti sono i denigratori di questo strumento, in quanto non sono verificabili gli effetti a lungo tempo dell’utilizzo di questo oggetto, in quanto comunque all’interno vi è una presenza di nicotina in quantità variabili che arreca danni sicuramente alla salute.

Proprio la mancanza di certezza degli effetti a lungo tempo della sigaretta elettronica ha spinto alcuni stati, come il Brasile, a vietarne l’utilizzo.

Certamente, ogni mezzo per sconfiggere la tremenda piaga del fumo può essere utile per cercare di debellarla e ogni tentativo merita di essere provato.


Commenti