In Umbria alla scoperta della Cascata delle Marmore

L’Umbria è una regione relativamente piccola rispetto alle altre regioni italiane eppure, nel suo piccolo, vanta alcune eccellenze che l’hanno resa famosa nel tempo in Europa e in tutto il Mondo.

Uno dei guinness di questa splendida regione è la Cascata della Marmore, una delle cascate più alte d’Europa, con il suo salto di 156 metri, ed è proprio questa eccellenza turistica, secondo una ricerca del sito toprurali.it, la seconda destinazione più ricercata dai turisti rurali italiani facendo la felicità degli agriturismo dell’Umbria .

La Cascata delle Marmore nasce artificialmente a partire dal 271 d. C. quando il console Manio Curio Dentato inizio l’opera di bonifica della pianura Reatina attraverso la costruzione del Cavo Curiano, un emissario di scolo creato per far defluire l’acqua dal piano reatino.

Il Cavo Curiano subì una serie di modifiche che si protrassero nel tempo fino al 1792 quando Pio VI  decise di deviare diagonalmente una parte dell’acqua facendo convogliare le acque del fiume Velino all’interno del flusso del fiume Nera dando alla Cascata delle Marmore l’aspetto che ancora oggi ha.

La Cascata oltre ad essere stata per molti anni una fonte di energia idroelettrica ha assunto nel tempo un importanza rilevante nell’ambito turistico diventando un’attrazione molto amata dai visitatori diretti verso l’Umbria.

 

Per chi si reca nella zona del ternano la Cascata rappresenta un must da visitare; grazie al lavoro di valorizzazione svolto dalle amministrazioni comunali negli ultimi anni la Cascata è oggi una tra le mete più visitate dell’intera regione.

 

All’interno del parco dove sui trova la Cascata sono stati realizzati diversi percorsi che i visitatori possono affrontare; gli itinerari hanno diversi gradi di difficoltà in base alla pendenza e al tipo di terreno e permettono a chi li percorre di ammirare la bellezza dei diversi salti d’acqua da varie angolazioni.

 

La Cascata delle Marmore è aperta tutto l’anno in diversi giorni ed in diversi orari consultabili sul sito ufficiale del Comune di Terni.

 


Commenti